• calendario interventi

    marzo 2015
    L M M G V S D
    « feb    
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    3031  
  • Stock Photography
  • SEGUIMI SU FACEBOOK

Saint Seiya Soul of gold: secondo trailer. Una delusione!

Ieri è stato pubblicato il secondo trailer di Saint Seiya Soul of Gold e, finalmente – con una certa delusione direi – si è scoperto il design definitivo di questo nuovo spin off.

Guardiamolo assieme, commentiamolo.

clicca qui per vedere il video

La prima cosa che mi viene in mente è “ma perché la Toei ha preso in giro tutti quanti?”

Insomma, un paio di mesi fa ci è stato presentato un primo trailer che pareva realmente fantastico come stile e tutti abbiamo fantasticato su questa nuova serie, su un nuovo temibile nemico…e poi?

E poi tutti i nostri sogni sono crollati.

I gold saint sono stati caratterizzati malissimo, con uno stile che li ha resi a tratti troppo femminili.

saga-soul-of-gold

saga-soul-of-gold

Il deludente Saga in Soul of gold

Il deludente Saga in Soul of gold

Ma insomma…guardiamo Saga. Era davvero ben caratterizzato nel primo trailer…e ora? Un donnino con due spazzolini da denti al posto delle sopracciglia!

Ioria nella serie degli anni ottanta!

Ioria nella serie degli anni ottanta!

Il nuovo design di Ioria: la radiografia della versione anni ottanta?

Il nuovo design di Ioria: la radiografia della versione anni ottanta?

E Ioria?

Da un sex symbol muscoloso è diventato un ragazzino pelle e ossa con una faccia antipatica da schiaffi.

Certo i fondali sono magnifici, ma il resto del design lascia a dir poco perplessi.

E poi…con tutte le idee che c’erano da usare, tornare ad Asgard? Ma quanta fantasia!

Viene da pensare che l’uso dei gold e di Asgard sia un escamotage per cercare di unire ciò che più è piaciuto alla maggioranza dei fan della serie, però la delusione rimane parecchio. Magari, poi, la trama sarà fantasmagorica, ma al momento ho un certo amaro in bocca.

Ad ogni modo, manca meno di un mese all’inizio di questa serie, quindi a breve sarà possibile per tutti noi scoprire questa nuova chicca! Non possiamo fare altro che incrociare le dita sperando che il clima generale della serie ci faccia dimenticare questo ennesimo strafalcione nel design (e, per dirla tutta, no: il design di questa serie non è meglio di quello di Omega).

G.E.

  • Share/Bookmark

Saint Seiya: la serie classica e Episodio G sono fuori dalla continuity?

Il cavaliere d'oro dell'Ofiuco in saint Seiya Next Dimension

Il cavaliere d'oro dell'Ofiuco in saint Seiya Next Dimension

Come molti di voi sapranno, qualche mese fa Masami Kurumada ha palesato l’esistenza, attraverso Saint Seiya – Next Dimension, in un tredicesimo cavaliere d’oro, l’Ofiuco.

Le immagini sono circolate e da molte parti è aumentato l’entusiasmo per questa introduzione, ma nessuno, almeno finora, ha notato l’insidia e l’autogoal che Kurumada si è fatto.

Masami Kurumada ha, infatti, la strana abitudine di accontentare i fan e seguire le mode, senza curarsi se queste possano causare problemi di sorta.

Come già detto nel blog, il segno dell’Ofiuco è di recente invenzione: una bella mattina, infatti, qualche astronomo bontempone, invece che scoprire cose importanti per la nostra vita, si è messo in testa di negare l’astrologia, e hanno rotto le scatole introducendo questa nuova costellazione ma, mentre in occidente nessuno se la fila, in Giappone ha avuto un enorme successo.

Cosa succede, però, con questo gold nuovo di moda? Ebbene, l’introduzione di questo segno ha spostato tutti i periodi di presenza delle costellazioni, trasformandoli come vedete nell’immagine sottostante.

periodi tredici segni zodiacali

periodi tredici segni zodiacali

Io mi sono divertito a fare un paio di ricerche, ed ecco ciò che segue.

Introducendo il cavaliere dell’Ofiuco in Saint Seiya la serie classica ed episodio G vacillano fino ad uscire dalla continuity di Next Dimension oppure negando loro quest’ultimo, non si capisce bene.

Secondo la serie classica, infatti, i cavalieri d’oro hanno in dono l’armatura che appartiene al loro segno zodiacale, ma grazie a Next Dimension, ora le cloth della serie classica sono così ripartite (tra parentesi noterete la data di nascita dei cavalieri d’oro, in modo da poter confrontare – fonte wikipedia):

Ariete: Aldebaran del Toro (8 maggio)

Toro: Saga dei Gemelli (30 maggio)

Gemelli: Deathmask del Cancro (24 giugno)

Cancro: armatura vacante

Leone: Ioria del Leone (16 agosto)

Vergine: Shaka della Vergine (19 settembre) e Doko della Bilancia (20 ottobre)

Bilancia: Milo dello Scorpione (8 novembre)

Scorpione: Micene di Sagitter (27 novembre)

Ofiuco: armatura vacante

Sagittario: Shura di Capricorn (12 gennaio)

Capricorno: Camus di Acquarius (7 febbraio)

Acquario: Aphrodite dei Pesci (10 marzo)

Pesci: Mur dell’ariete (27 marzo)

E non è tutto. In Saint Seiya Episode G Assassins, vengono mostrati i cavalieri d’oro del futuro, che altro non sono che i cavalieri di bronzo, ma non è possibile grazie all’Ofiuco perché:

Seiya di Pegaso diverrebbe gold Saint dell’Ofiuco (1° dicembre) non del Sagittario

Shun di Andromeda non diverrebbe gold Saint della Vergine – come mostrato in Episode G – ma del Leone (9 settembre) assieme al fratello Ikki della Fenice (15 agosto)

Sirio del Dragone diverrebbe gold Saint della Vergine (4 ottobre) e non della bilancia

Crystal il cigno (Hyoga) diverrebbe gold del Capricorno (23 gennaio) e non dell’acquario

Un errore, forse una svista, o forse una volontà di strizzare troppo l’occhio ai fan, ha creato un caos non da poco in Saint Seiya.

Shaka della vergine, ad esempio, non esisterebbe, in quanto Doko ne possiede l’armatura da 261 anni, Seiya non avrebbe mai potuto salvare Athena in nessuna occasione usando la cloth del Sagittario, in quanto non può portarla non essendo del suo segno. La stessa scalata alle dodici case avrebbe dovuto svolgersi diversamente, poiché alcune di esse, grazie all’Ofiuco, sarebbero vuote o presiedute da altri cavalieri e, sicuramente, essendo Saga il cavaliere del toro, non sarebbe stato in grado di tessere un inganno così raffinato nella prima serie del manga, privato come sarebbe stato della sua doppia personalità!

E molto, molto, molto altro…ma talmente tanto altro da non riuscire a crederci!

Cosa dire? A forza di accontentare i fan della serie, si è finito per distruggerla.

Esiste ancora, tuttavia, una possibilità che Kurumada ancora non ha del tutto ufficializzato: decretare l’esistenza di un “Saint Seiya Multiverse” in cui tutto può coesistere tranquillamente e in cui non esiste una vera e propria continuity, come molto fandom tenta a tutti i costi imporre.

Fino a che Kurumada non chiarirà la questione dell’Ofiuco, tutta la serie è in un limbo dal quale non può uscire facilmente e il lettore è in confusione: la coesistenza dell’Ofiuco con gli altri gold Saints, infatti, è impossibile. O esiste uno o esistono gli altri poiché si annullano a vicenda.

Come risolverà tutto Kurumada?

G.E.

  • Share/Bookmark

8 marzo tra verità, bugie e donne che odiano le donne!

Oggi, si sa, è la giornata della donna, un giorno molto importante sul quale, però, c’è ancora molta ignoranza sia sull’origine che sul significato che esso deve trasmettere.

Si pensa, infatti, che questo giorno sia nato per celebrare una strage di donne avvenuta nell’incendio della fabbrica Triangle. In realtà, questa è una bugia di proporzioni di bibliche: la festa della donna è di origine ben diversa, nata in seno al socialismo sovietico il cui apice è, appunto, nel giorno 8 marzo 1917, in cui le donne russe festeggiarono, con una manifestazione a San Pietroburgo, la fine della 1° guerra mondiale.

Questo fatto, come la smentita della motivazione falsa, viene comunque taciuto, forse per creare un’immagine poetica, per quanto ignorante, della vicenda? Non si può sapere, resta il fatto che oggi è il giorno delle donne, ma non di tutte. Ci sono donne che, col loro agire, venificano  i traguardi raggiunti finora: LE DONNE CHE ODIANO LE DONNE!

Ce ne sono tante, molte più di quante si possa immaginare.

Una donna che odia le donne è la donna arrogante che usa il fatto di essere donna per spianarsi la strada nella vita.

Una donna che odia le donne è la donna che usa la sua vagina per ottenere quello che vuole.

Una donna che odia le donne è quella che si fa maltrattare dal marito, dal fidanzato o dal compagno.

Una donna che odia le donne è una donna che si crede superiore all’uomo, perché la sua ignoranza non le fa capire che ne è pari e non superiore.

Una donna che odia le donne è la donna che acquisisce una posizione importante nella società e la usa per fare i suoi comodi senza paura di essere punita perché…oh…è una donna.

Una donna che odia le donne è la donna che crede che senza donne non ci sarebbe la vita, perché non riflette sul fatto che per far nascere una nuova vita è necessario sia il seme maschile che l’uovo femminile.

A queste donne non hanno il diritto di festeggiare in questa giornata, perché sono coloro che fanno più male alle altre donne di migliaia di uomini e non ho problemi a dirlo, senza paura di essere additato in maniera negativa, perché quello che dico è la verità.

Auguri, quindi, alle tutte le altre donne. Alle donne che odiano le donne non auguro niente, poiché nulla meritano.

G.E.

  • Share/Bookmark

Isola dei famosi: Rocco Siffredi riaccende il dibattito su sesso e porno.

Rocco Siffredi - isola dei famosi

Rocco Siffredi - isola dei famosi

Quando si parla di alcuni personaggi, come Rocco Siffredi, è difficile che le loro comparsate non scatenino dibattiti in ogni dove. Questi stanno accadendo, anche in questo momento su facebook, ma non nella pagina dell’isola dei famosi, bensì in un post di un’altra pagina, che potrete leggere qui.

La notizia inserita, come potete vedere nel link, altro non è che una breve biografia di Rocco Siffredi, il famoso pornodivo in questi giorni nel cast del reality “l’isola dei famosi”.

Fino a lì, quindi, nulla da dire…ma le cose cambiano leggendo i commenti.

Gli utenti che hanno commentato (e che continuano a commentare), infatti, hanno dato sfogo al loro pensiero e, in qualche caso, anche in maniera lapidaria.

“è un lavoro del C***O”

“lavoro o no, è sempre tradimento”

“il vero lavoro è andare a zappare tutti i giorni”

“io l’amore lo faccio con la mia donna! non con le troie a pagamento”

“ma quale lavoro ,non so la moglie come fà …..qst uomo mi fa schifo…..”


Questi alcuni commenti che sono stati sinora pubblicati che possono essere visibili (fino alla cancellazione da parte dei diretti interessati ma il senso di tutti i commenti è comunque quello citato). C’è chi parla di moralità, di fedeltà, di monogamia, di classificazione del lavoro e via argomentando.


Ma come stanno le cose, realmente, in Italia?

L’Italia, ahimè, non è questo paese di santi come vorrebbero dimostrare questi commenti. Come si sa, io sono ovunque, sono il più grande pettegolo-indagatore-rompic…di questo mondo e ho iniziato a fare un giro in alcuni siti per vedere come stanno le cose.

Facendo un viaggetto sul sito di incontri gay, gayromeo, digitando la parola “sposato” nel suo motore di ricerca, il sito segnala più di 600 profili che contengono questa parola. Naturalmente il sito ne mostra solo una piccola parte, ma comunque è un dato che, a mio dire, fa riflettere. Allego un paio di screen tanto per far notare che non mi invento le cose.

in aumento le scappatelle gay

in aumento le scappatelle gay

Gli uomini sposati su gayromeo.

Gli uomini sposati su gayromeo.

La mia ricerca della verità non si è sicuramente fermata lì. Dopo aver compreso che il numero degli sposati “etero sulla carta, bisex/gay di fatto” è assai elevato ed è un sottosuolo dei siti di incontri gay, in barba alla mancanza di fedeltà che viene rinfacciata a Rocco Siffredi, ho fatto un salto su cam4, sito internet sul quale è possibile trasmettere, anche facendosi pagare, le proprie performance sessuali. Ebbene, su cam4 la moralità italiana non ha impedito a più di 10.000 utenti di iscriversi per guardare webcam hard o farsi guardare nella propria webcam, chiedendo anche soldini!

Anche in questo caso, inserisco uno screen, per spingere ulteriormente la riflessione.

Più di 10.000 italiani sono iscritti a cam4

Più di 10.000 italiani sono iscritti a cam4

La mia ricerca è poi proseguita su google. Volevo capire quanti uomini andassero con le prostitute. Ebbene, secondo lo screen che allego 7 uomini su 10 vanno a prostitute due volte a settimana!

Eh ma che sporcaccioni questi uomini! Già, ma sono in ottima compagnia, poiché secondo il sito iljournal e il suo articolo che potrete leggere qui 2 donne su 10 frequentano escort e il 40% delle intervistate dichiara di averci pensato.

Gli italiani e il loro rapporto con la prostituzione

Gli italiani e il loro rapporto con la prostituzione

E poi, un ultimo sguardo al sito de “il sole 24 ore”, giornale che di soldi se ne intende. Un articolo sul sito afferma che il mercato del porno, nel 2004, fatturava circa un miliardo di euro. Ora, la domanda è: ma se non c’è mercato, se in Italia abbiamo questi alti valori morali, da dov’è stato tirato fuori questo miliardo? Per altre informazioni, potete leggere l’articolo cliccando qui.

Cosa si evince da questa ricerca?

Rocco Siffredi fa tanto schifo? Forse è vero: Siffredi farà schifo…ma è in ottima compagnia, visti i dati ed i suoi compagni sono sia uomini che donne!

Rocco non è fedele alla moglie? Forse, però, i dati raccolti dicono che sono tantissimi altri nella sua condizione, solo che lui lo fa alla luce del sole, non di notte in una macchina con una prostituta o con un ragazzo/uomo incontrato su gayromeo oppure in internet su cam4.

Non fa un lavoro dignitoso? Probabile, ma è una dignità che a molti piace, lo dicono i dati di vendita del porno e i vari siti.

I commenti, inoltre, aprono uno sguardo sul rapporto tra mentalità italiana e il lavoro. Si legge, come già scritto, che l’attore hard non è un vero lavoro e che i veri lavori sono il muratore, l’agricoltore, il minatore e via dicendo.

Vorrei dire la mia: a parte che se c’è domanda e offerta, qualsiasi attività è un lavoro, però solo i lavori di fatica fisica sono veri lavori? Bene! Allora traduttori, artisti, avvocati, giudici, banchieri, ragionieri, contabili, segretarie, operatori di call center, medici, ricercatori e via dicendo, non facendo fatica fisica, non sono lavori veri! Allora quando queste persone che ritengono veri solo i lavori di fatica fisica avranno bisogno di ricorrere alle cure mediche o alla tutela legale o ad altri servizi, affermino subito che non pagheranno perché pensano che i lavori di fatica fisica siano gli unici veri lavori. Vediamo se il professionista dirà loro di andare a quel paese o darà loro ragione!

Ovviamente non è così, perché non tutti i lavori implicano fatica fisica ma, come ripeto, dove c’è domanda e offerta, c’è un lavoro. Può essere più o meno nobile, più o meno pulito, ma pur sempre di lavoro si tratta.

Da questa ricerca si evince, quindi, che l’Italia ha una moralità molto confusa dove si va a pu****e, si guardano siti porno, si va sui siti di incontri per tradire il/la partner, si fa uso di materiale pornografico e via dicendo, però chi lavora in questo ramo non è ritenuto un vero lavoratore, perché i lavori sono quelli in cui si fatica fisicamente. Poco importa il fatto che questa frase sia dispregiativa per tutti i lavori in cui non si fa sforzo fisico, quello che si comprende è una confusione non solo morale negli italiani, ma anche nelle evoluzioni lavorative.

G.E.

  • Share/Bookmark

#saintseiya soul of gold: ultime imperdibili novità.

Come promesso, tengo informati i miei lettori sulle novità riguardanti la nuova serie di Saint Seiya riguardante i cavalieri d’oro, il cui titolo è, per l’appunto, Saint Seiya Soul of Gold.

Le ultime notizie dal Giappone sono, come sempre, diffuse col contagocce e più telegrafiche di un post di twitter, ma c’è sempre qualcosa di interessante.

Per prima cosa, hanno rilasciato una loro dichiarazione i doppiatori dei gold saint Saga dei gemelli, Aldebaran del Toro e di Deathmask del cancro, anche questi parlando del loro entusiasmo per questa nuova miniserie. Insomma, niente di nuovo.

E’ stata poi prevista, solo in Giappone - sia chiaro - una manifestazione di un giorno, il 21 marzo 2015, nella quale sarà presentato il primo episodio della serie. Per l’evento è stata prevista al creazione di una APP per permettere di avere il posto a sedere gratuito e riservato per 300 fortunati in tutto il Giappone!

Il sito lascia presupporre che la manifestazione durerà circa 60 minuti, gli episodi, ma non si sa se, alla fine della messa in onda, ci saranno o meno delle interviste, quindi ancora adesso la durata degli episodi è impossibile conoscerla.

Si sa che le serie nipponiche hanno episodi di 25 minuti circa, ma si spera, visto che si tratta di una miniserie di 13 episodi, che durino un po’ di più. Sarebbe il minimo, vista l’importanza di Saint Seiya come serie animata.

Per il momento niente di più viene dichiarato, ma vista la manifestazione è probabile che, per quella data, altre informazioni o immagini vengano rilasciate.

Al prossimo aggiornamento,

G.E.

  • Share/Bookmark

La classifica dei cavalieri d’oro per potenza (parte 2)

Ieri ci eravamo lasciati con la prima parte della classifica dei cavalieri d’oro per potenza.

La prima parte della classifica ha visto elencati, dal più debole al più forte, Aphrodite, Aldebaran, Deathmask, Shura, Aioria e Milo, con differenti motivazioni.

I nomi rimanenti, naturalmente, già si arguiscono, ma in che ordine saranno stati disposti?

Ecco la risposta alla domanda, con la seconda parte della classifica.

6. Camus dell’Acquario.

Camus dell'acquario

Camus dell'acquario

Il ragazzo non scherza, grazie alla possibilità che possiede di utilizzare lo zero assoluto. Certo non è il massimo, se consideriamo che le armature d’oro congelano solo al superamento di questo limite, però Camus, per le sue abilità di combattimento dimostrate anche contro Shaka, si merita un sesto posto.

5. Mu dell’Ariete.

Mu dell'Ariete

Mu dell'Ariete

Mu parte piuttosto in sordina all’interno della serie, ma nei capitoli di Ade, egli dimostra d’avere ottime difese contro i colpi di quasi tutti gli altri cavalieri d’oro, per non parlare delle sue virtù d’attacco, che gli permettono di eliminare in un solo attacco due cavalieri d’oro…ok, si tratta di Aphrodite e Deathmask, ma sempre due cavalieri d’oro sono. Inoltre, il fatto che Sion l’abbia bloccato per impedirgli di fermare la corsa di Camus, Shura e Saga, fa pensare che la forza del cavaliere dell’ariete sia molto più elevato di quanto si pensi.

4. Aiolos del Sagittario.

Aiolos Sagitter

Aiolos Sagitter

Sicuramente uno dei più forti cavalieri d’oro, tanto da essere stato scelto da Sion come suo erede. Maestro del fratello Aiolia e dotato dell’armatura chiave della serie intera, grazie alla quale si compiono diversi miracoli della serie, come la distruzione del muro del pianto, è degno del quarto posto, sebbene non si sia vista tutta la sua potenza.

3. Dokho di Libra.

Doko della bilancia

Doko della bilancia

Il cavaliere della bilancia è senza dubbio uno dei più forti, essendo sopravvissuto alla guerra sacra del 1700. egli è, inoltre, allo stesso livello di Sion dell’ariete, il precedente grande sacerdote, quindi potrebbe essere battuto proprio da pochi altri cavalieri. Il terzo posto è suo di diritto.

2. Saga dei gemelli.

Saga gemini

Saga gemini

Cavaliere certamente tra i più forti, è secondo solo a Shaka, che riesce a metterlo in pericolo grazie alle sue tecniche, che si rivelano più incisive di quelle del cavaliere dei gemelli. Saga si merita, tuttavia, il secondo posto per la facilità con la quale potrebbe battere qualsiasi altro cavaliere d’oro.

1. Shaka della Vergine.

Shaka virgo, il cavaliere della vergine in Saint Seiya

Shaka virgo, il cavaliere della vergine in Saint Seiya

Sicuramente il cavaliere d’oro più forte, capace di resistere agli attacchi di tre cavalieri d’oro nonché alla forza distruttiva dell’Athena exclamation, che usa, praticamente, come scusa per giungere in Ade da vivo in virtù dell’ottavo senso che possiede sin da piccolo, Shaka risulta essere il cavaliere che non è mai stato battuto da nessuno se non per sua volontà. Il primo posto, quindi, seguendo la serie e le preferenze che si ritrovano nel web, è sicuramente suo.

Naturalmente, come già scritto, mi sono basato solo sulla serie classica e sulle preferenze di molti fan della serie, ma si sa che la questione è e rimane sempre aperta.

E secondo voi? Come fareste la vostra classifica?

Scrivetela in un commento a questo post!

G.E.

  • Share/Bookmark